Crea sito

NESSUN POSTO AL TAVOLO – promesse rimangiate dai Leader nel summit sul clima

by willyna on novembre 27th, 2009

filed under CAMPAGNE UMANI

DA Ben Wikler – Avaaz.org
Avaaz.org è un’organizzazione non-profit e indipendente, che lavora con campagne di sensibilizzazione in modo che le opinioni e i valori dei popoli del mondo abbiano un impatto sulle decisioni globali. (Avaaz significa “voce” in molte lingue.) Avaaz non riceve fondi da governi o aziende ed è composta da un team internazionale di persone sparse tra Londra, Rio de Janeiro, New York, Parigi, Washington e Ginevra

*********************

Di fronte al più importante summit sul clima mai tenuto finora, i leader si stanno rimangiando le promesse di un accordo che fermi i cambiamenti climatici catastrofici.

Se falliscono non si tratterà di avere meno neve sui campi da sci. Milioni di famiglie in Africa vedranno trasformate le loro fattorie in polvere per i deserti che avanzano, molti in Asia periranno a causa di sempre peggiori inondazioni e tempeste, e interi stati-isola saranno minacciati dall’innalzamento degli oceani — tutto nei prossimi 10-15 anni.

Il tema del clima si può perdere dietro alle statistiche. Ma nei momenti cruciali, le voci moralmente rilevanti possono farla finita con i rumori di fondo.

Ecco perchè Avaaz sta facendo uno sforzo importante per incrementare la capacità negoziale di isole in pericolo, come Nauru e Palau, alle negoziazioni sul clima di Copenaghen — e supportare il loro messaggio preparando un forte appoggio sul campo, per ottenere un accordo valido. Anche un contributo da $50 (?33) può coprire i costi di cartelloni e fotocopie per una conferenza stampa — ma avremo bisogno di più, per coprire biglietti aerei, vitto e materiale illustrativo … per favore fai una donazione con quello che puoi:

https://secure.avaaz.org/it/their_voices_must_be_heard

Conosciamo la forza delle voci di chi soffre in prima linea i cambiamenti climatici. Al summit di Bali due anni fa, un intervento straordinario di un delegato di Papua Nuova Guinea ha spinto gli Usa a cedere — sbloccando l’impasse e salvando il negoziato dal collasso, proprio alla fine. Gli stati isola continuano a guidare il mondo — nel chiedere cambiamenti coraggiosi quando altri sono timidi.

Il problema risiede nel fatto che Europa, Canada e Usa, di solito, inviano dozzine di negoziatori e staff di supporto a questi summit — mentre la maggior parte dei piccoli stati è in difficoltà a mandare più di due o tre delegati. E le negoziazioni sono multiple e tenute in contemporanea. Se un paese ha una delegazione piccola, di solito non si può sedere al tavolo in cui si prendono decisioni che decideranno della sua sopravvivenza.

Ciò che accade prima alle piccole isole, dopo succederà a tutti noi. Abbiamo bisogno delle voci dei leader delle isole a Copenaghen. E se ognuno di noi fa una piccola donazione, potremo fare in modo che siano ascoltati — ai negoziati sul clima e nel mondo. Facciamo la nostra parte:

https://secure.avaaz.org/it/their_voices_must_be_heard

È giunta ora di stare a fianco dei nostri fratelli e sorelle che patiscono in prima linea i cambiamenti climatici. La loro lotta e il loro destino sono anche nostri.

Con speranza,

Ben, Taren, Iain, Sam, Ricken, Alice, Milena, Paul, Luis, Julius, e tutto il team Avaaz

PS: Abbiamo già aiutato gli stati isola in passato. L’anno scorso oltre 150,000 fra noi hanno firmato una petizione per supportare la loro risoluzione all’ONU, che chiedeva che i cambiamenti climatici fossero riconosciuti come una minaccia alla sicurezza internazionale e alla pace. Gli Ambasciatori degli stati-isola presentarono la risoluzione–e l’ONU approvò la risoluzione. Ora abbiamo l’opportunità di fare qualcosa di più. Clicca qui sotto per solidarizzare concretamente con quelli che vengono colpiti per primi e più duro dai cambiamenti climatici: https://secure.avaaz.org/it/their_voices_must_be_heard

Se leader come Obama tentennano di fronte alle negoziazioni globali sul clima, le voci dei più deboli diventano necessarie nel dibattito. Avaaz ha la possibilità di aiutare i piccoli stati-isola, la cui sopravvivenza è in discussione, a far sentire la propria voce a Copenaghen!

The Free Gaza Movement e date di VITTORIO ARRIGONI, attivista dell’International Solidarity Movement

by willyna on novembre 24th, 2009

filed under CAMPAGNE UMANI, DIRITTI UMANI in Palestina

http://www.youtube.com/watch?v=lr36-3BrjKA

Abbiamo raggiunto Gaza quattro volte nel 2008. I nostri ultim 3 viaggi sono stati fermati violentemente dalle forze navali di occupazione Israeliane. Ma non ci arrendiamo. Abbiamo intenzione di andare di nuovo nel 2010. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per fare in modo che viaggi abbiamo successo. Per favore guardate questo video (in inglese) per capire come aiutarci.

Grazie

VITTORIO ARRIGONI, italiano attivista dell’International Solidarity Movement, di ritorno da Gaza dopo più di un anno, continua il suo giro delle città italiane per raccontare.


Ha scritto un libro : “Gaza. Restiamo umani” edito da Manifesto libri

ROMA:
24 novembre alle ore 21 al csoa Forte Prenestino

PISA
25 novembre ore 21 al circolo Agorà via Bovio,50 Pisa

BRINDISI
26 novembre via Annunziata 17 sala ex CSM

LECCE
venerdì 27 novembre nella libreria Icaro via Liborio Romano angolo via Trinchese

S.vito dei Normanni (BR)
sabato 28 Novembre NELLA libreria Icaro via Cavour 2 traversa del corso

Torre Santa Susanna (BR)
domenica 29 novembre sala convegni CGIL pzza. Umberto 1

TARANTO
lunedì 30 Novembre a Taranto biblioteca comunale pzza. Dante zona bestat

FOGGIA
martedì 1 Dicembre nella biblioteca provinciale presso la stazione ferroviaria.
mercoledì 2 dicembre ore 21 al Cinema Falso Movimento, Via Campanile 10

ASCOLI
giovedì 3 dicembre sala docens del cup (Consorzio Universitario Piceno)

JESI (An)
venerdì 4 dicembre ore 18 al CSA TNT, Via Politi

PESARO
venerdì 4 dicembre ore 21 al CSA OLTREFRONTIERA Via Leoncavallo, 15 (Villa S.Pesaro)

ANCONA
sabato 5 dicembre ore 17 30 AMBASCIATA DEI DIRITTI MARCHE, Via Urbino 18

Restiamo Umani

Vik

Restiamo Umani è diventato un libro:
http://guerrillaradio.iobloggo.com/1789/restiamo-umani-di-vittorio-arrigoni

Pellicce: è arrivata l’alternativa ecologica!

by willyna on novembre 22nd, 2009

filed under CAMPAGNE ANIMALI

Lorca, azienda produttrice di pellicce ecologiche, sostiene la LAV.

Per dire NO alle pellicce vere, frutto di sofferenza e morte per milioni di animali.

L’azienda ha scelto di sostenere la CAMPAGNA LAV CONTRO LE PELLICCE   vista la filosofia che l’accomuna alla nostra associazione, diventata per Lorca un vero e proprio orientamento per la scelta dei propri prodotti.

Renato Castro fondatore e titolare dell’azienda, infatti, ha portato la sua sensibilità per gli animali fin dentro l’azienda: ha scelto di produrre pellicce e accessori esclusivamente ecologici, lontani da qualsiasi sfruttamento degli animali.

Per offrire un’alternativa.

Per trasmettere, da oggi insieme alla LAV, un importante messaggio: il rispetto dei diritti degli animali.

Sei socio LAV? Lorca ti offre una grande opportunità: uno sconto del 5% sul tutti gli articoli in vendita!

Ecco come poter ottenere lo sconto:

Invia un’email a [email protected] indicando il nome dell’articolo che hai scelto, riportato su http://www.shop.lorcasrl.it/ECOMM03/catalog_window.aspx  e il numero della tua tessera di socio LAV.

Riceverai un’email di risposta da Lorca con le indicazioni sull’importo scontato da versare e sulle modalità di pagamento.