CACCIA AL SENTORE: COME SMALTIRE L’OLIO UTILIZZATO IN CUCINA……

Be Sociable, Share!
COME SMALTIRE L’OLIO UTILIZZATO IN CUCINA……

L’olio grande Re della cucina insostituibile , quando facciamo le fritture oppure quando usiamo ingredienti sotto olio dove lo buttiamo? Quello che usiamo a crudo, ci pensa l’organismo al smaltirlo, quello cotto purtroppo dobbiamo farlo noi, esiste la cattiva abitudine di buttarlo nel lavandino.

Solo un dato per capire l’entità del problema: in Italia ogni anno si consumano circa 1,4 tonnellate di oli vegetali, suddivise abbastanza equamente tra olio d’oliva e oli di semi vari. L’olio finisce nelle rete fognaria, inquinando i depuratori e provocando gravi danni , se arriva su un specchio d’acqua superficiale si crea una pellicola che non permette l’ossigenazione mettendo in pericolo la flora e la fauna.
L’operazione da fare e’ molto semplice, mettere in un recipiente ( vetro con tappo) l’olio utilizzato andare a l’isola ecologica più vicina alla tua zona e consegnarlo a l’operatore, oppure in alcune città vicino a i cassonetti esistono dei punti di raccolte per l’olio, non dimenticare di scrivere sul contenitore da buttare una etichetta con la scritta “olio da smaltire” mai dare per scontato che tutti capiscono cosa c’è all’interno. Da piccola mia madre aveva messo della varecchina in una bottiglia di vetro senza scritta, bevi una bella sorsata del prodotto non era vino e neanche sugo di frutta…..scherzo a parte meglio scrivere sempre.

Il riciclo
E poi che succede? Tramite processi di trattamento e riciclo, dall’olio si ottengono svariati prodotti quali: lubrificanti vegetali per macchine agricole, biodiesel e glicerina per saponificazione. Ancora una volta riciclare significa proteggere e risparmiare!

Buona frittura.

.advertisement

Be Sociable, Share!