Crea sito

VIAGGI LOW COST, ancora multe dall’ANTITRUST per mancata trasparenza

by willyna on dicembre 18th, 2012

filed under UTILITA', VIAGGI

 

Come già segnalai nel marzo dello scorso anno nel post VIAGGI ONLINE AGENZIE SCORRETTE ancora oggi mi ritrovo a dovere fare altre segnalazioni. Ben lontani dalla soluzione del problema ancora oggi occorre vigilare e controllare in fase finale di prenotazione e pagamento. Alcune compagnie multate dall’Antitrust ( AGCM = Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) si sono messe in regola come ad esempio Alitalia, Blue Panorama, Air Italy o Easyjet. Altre invece continuano nel piccolo imbroglio o poca trasparenza, mantenendo basso il prezzo come promesso fino alla fase di pre pagamento per poi applicare in sordina in fase di pagamento tasse e balzelli vari improvvisamente portando così il prezzo finale in alto. Piccolo trucchetto che per distrazione o fiducia spesso funziona, ti trovi al pagamento e non rifai i conti perché fiducioso pensi che tutto sia come pattuito o pubblicizzato.

Fra le compagnie che ancora non si sono adeguate alla legge che prevede trasparenza, prezzo reale e balzelli vari indicati sin dall’inizio, niente sovrapprezzi per carte di credito etc, spiccano due grossi nomi, Vueling e Ryanair. La prima è una Compagnia Low Cost spagnola che arriva a chiedere ben 13 euro in più per chi paga con Diners Club e American Express. Chiede ben 11 euro per chi paga con Visa e Mastercard, non chiede sovrapprezzo solo a chi paga con Vueling Visa ovviamente non presente da noi. Come fare? boicottare tale agenzia di viaggi. Attenzione anche a Ryanair che chiede sempre un sovrapprezzo per tutte le carte tranne che per chi paga con Mastercard Prepagata, Ryanair Cash Passport, Visa Electron, Visa Connect e Visa Debit. Boicottare la compagnia in attesa che si regolarizzi oppure fare attenzione sempre fino al momento di pagare per essere almeno consapevoli.

 

LETTERA TIPO: Chiedere risarcimento per un biglietto aereo o treno, camera albergo o noleggi auto

by willyna on maggio 16th, 2012

filed under UTILITA', UTILITA', VIAGGI

 

La foto è reale, per un fatto accaduto 3 mesi fa, nei primi 20 giorni di Febbraio di quest’anno Trenitalia ha soppresso il 39% dei treni. Certo trattavasi di periodo neve, emergenza neve, ma Trenitalia è nota per i ritardi intollerabili tutto l’anno, anche e soprattutto nel periodo estivo, nel periodo delle vacanze. Così come possibili purtroppo sono anche i ritardi di ore e ore se non giornate intere per i voli aerei, vuoi per il sovraffollamento, vuoi per gli scioperi che puntualmente arrivano proprio quando arrivano i periodi di vacanza, non solo estate anche capodanno e Natale. Cosa fare se tale ritardo o soppressione di volo o treno ci rovina la vacanza ritardandola o addirittura a volte impedendo la partenza e quindi facendola saltare o diminuire in maniera intollerabile?

Scrivere raccomandata con ricevuta di ritorno, allegare copia di bonifico, di pagamento con carta di credito, scontrini, biglietti, prenotazioni alberghiere e quant’altro possibile. Ma sorge il problema del destinatario e soprattutto cosa scrivere.

Come altre volte ho fatto ecco di seguito una “Lettera Tipo” riferita in questo caso a soppressione o ritardo ferroviario ma si adatta perfettamente ad aeroporti, Compagnie Aeree, agenzie di viaggi, agenzie noleggio auto, albergatori o catene alberghiere.

In caso di siti web o di ritardo nella risposta consiglio vivamente di rivolgersi alle Associazioni di Consumatori che in genere a fine vacanze, nei periodi da fine Agosto in poi o dopo festività invernali trovano il pienone di lamentele e provvedono ad utili e convenienti class action

 

***************************

“Mittente
(Nome e cognome del viaggiatore)

Al Capo Stazione di
(inserire località di arrivo o partenza)

Raccomandata a.r.

Luogo e data

Oggetto: Richiesta di risarcimento danni
Ho acquistato un (biglietto/abbonamento) ferroviario con destinazione…
In data… si è però verificata la seguente situazione:
(scegliere una o più delle seguenti opzioni alternative)

a) il treno è arrivato con un ritardo di…
oppure
b) il treno è stato soppresso
oppure
c) sono stato impossibilitato a prendere la coincidenza in quanto…
oppure
d) la linea era interrotta asseritamene a causa di…
e) (specificare eventuali altre circostanze che hanno causato un disagio)

Tale circostanza mi ha causato svariati danni che provvedo qui di seguito a quantificare:

(inserire l’elenco esaustivo dei danni subiti e la relativa quantificazione economica)

Allego alla presente tutta la documentazione attestante i danni sopra citati per i quali chiedo formalmente il risarcimento, ritenendone direttamente responsabile l’Amministrazione delle ferrovie.

Con riserva di ogni diritto
Distinti saluti

Firma”

N.B. : lettera ricavata da ALTROCONSUMO

Tempo di vacanze, piccoli consigli per pagare davvero la tariffa migliore

by willyna on maggio 16th, 2012

filed under VIAGGI

 

Tempo di vacanze, il budget è limitato in questo momento di congiuntura negativa, la scelta del luogo di vacanza diventa difficile, bisogna cercare la soluzione che vada bene per tutta la famiglia e soprattutto per il nostro portafoglio. Più o meno pieno, più o meno vuoto, le vacanze sono indispensabili per rigenerarsi, per ricreare serenità e armonia, per se stessi e per tutta la famiglia ma facendo i conti in tasca la scelta diventa davvero ardua.

Per non fare la fine della famigliola in foto, tutti in macchina, stretti stretti a macinare chilometri vediamo di valutare come viaggiare. Lo svantaggio della macchina? Famigliola in foto a parte l’automobile sarebbe sicuramente saggio lasciarla a casa. La benzina costa troppo, i pedaggi autostradali sono aumentati in maniera esponenziale senza contare lo stress delle code e la estenuante attenzione che il guidatore deve affrontare. Meglio, molto meglio lasciarla a casa e programmare un viaggio con mezzi alternativi. Treno o aereo sicuramente offrono una bella alternativa.

Se non ci sono problemi di mezzi economici ovviamente il problema non si pone, una buona agenzia di viaggi e una sfogliata ai cataloghi è sufficiente per trovare una bella vacanza a propria misura e ovunque si voglia andare. Ma se le tasche non sono proprio piene ecco qualche consiglio utile per trovare l’affare migliore sul web. I siti che offrono vacanze low cost si moltiplicano sul web, ogni giorno ne nascono di nuovi, ogni giorno appaiono offerte apparentemente da non perdere. Ma attenzione a non prendere fregature. Occhi aperti e soprattutto diffidate delle offerte davvero troppo basse o meglio diffidate del primo prezzo che appare come specchietto per le allodole. Il prezzo da valutare non è mai quello che appare all’inizio, costi extra, tasse di viaggio, extra per pagamenti con carte di credito (peraltro illegali), extra bagagli e balzelli vari fanno gonfiare il prezzo mano a mano che si procede. Quindi prima di acquistare fate i confronti fra i prezzi che appaiono a fine prenotazione poco prima del pagamento. A volte le offerte più allettanti all’inizio si rivelano più costose nel totale finale di quelle che in prima battuta sembravano più care.

Alcuni consigli:

– Privilegiare le Compagnie e i siti più “vecchi” nel senso di presenza sul web,

– Fare un confronto utilizzando motori di ricerca noti come Skyscanner per i voli oppure Trivago per gli hotel e i pacchetti vacanze, non è male consultare il sito Alitalia che offre anche una bella scelta di voli e pacchetti volo+ hotel. Cercare offerte nei week end non è consigliato, meglio nei giorni “morti” della settimana tipo il mercoledì o il giovedì, proprio come dal parrucchiere ^_^. Alcune ricerche lo dimostrano.

– Trovato un prezzo davvero favorevole è buona norma fare un confronto visitando il sito ufficiale della Compagnia o dell’Hotel, in quest’ultimo caso è possibile anche fare un controllo telefonico per ulteriore conferma,

– Attenzione ai servizi offerti, spesso posti preferiti o imbarchi prioritari hanno costi extra, acquistate e cliccate con cognizione,

– Per i voli low cost attenzione anche alle misure dei bagagli e al peso totale del bagaglio ammesso per una determinata tariffa. Ryanair ne è l’esempio più classico, misure esatte e mai sforare sul peso altrimenti le penali da pagare spesso possono superare persino il prezzo del biglietto. I controllori Ryanair sono implacabili.

– Per i voli di linea gli affari sono possibili solo acquistando con almeno due o tre mesi di anticipo. Per i lastminut e secondminute invece bisogna essere pronti a partire quando capita l’occasione, anche il giorno successivo. In questo caso attenti a non essere distratti per la fretta o per troppo entusiasmo.

Purtroppo per il treno il monopolio di Trenitalia ancora vince. Anche il neonato “Italo” ancora non può offrire valida alternativa o concorrenza, pochi euro di differenza, ma possiamo ben sperare per il futuro.

Buone Vacanze

P.S.: hai consigli? conosci siti o compagnie affidabili? facceli conoscere inserendoli in un commento e sarai utile a tutti ^_^