Archivi

Influenza, che fare? soprattutto quale farmaco non prendere!

20121224_influenza-stagionale-italiani.jpg

 

Fuori casa o ufficio freddo intenso, pioggia, caloriferi al massimo nei luoghi chiusi, sbalzi termici improvvisi ………….. in un click ci ritroviamo con l’influenza.

I sintomi più comuni raffreddore, spossatezza, dolori articolari, qualche linea di febbre. In genere i mali di stagione sono provocati da virus e in genere per curarla non occorre fare nulla se non coprirsi bene all’esterno, non troppo pesanti in casa o nei luoghi chiusi. In genere il nostro organismo ci suggerisce come coprirci, se abbiamo freddo uno strato in più da togliere se sentiamo caldo. L’influenza virale ha incubazione di due giorni, il suo picco nei primi tre giorni dalla comparsa dei sintomi e in una settimana si risolve da sola. Basta un aiutino di bevande calde col miele di castagno, ricco di tannino antinfluenzale naturale e per combattere tosse e raffreddore miele di eucalipto espettorante. Puoi aiutarti con tisane specifiche per attenuare i sintomi (non per curare).

In ogni caso suggeriscono i pediatri (e vale ovviamente anche per gli adulti) di aspettare tre giorni prima di valutare una terapia antibatterica, prima dei tre giorni nessun medico è in grado di valutare con certezza se l’alterazione è di tipo virale o se è presente infezione batterica. Un medico può soltanto supporre di che tipo di malattia si tratta nei primi tre giorni, in base alla esperienza generale con le migliaia di pazienti che visita. Quindi NO ANTIBIOTICI prima dei tre giorni ma soprattutto niente fai da te.

I motivi? Se l’influenza è virale l’antibiotico è inutile, se l’antibiotico non è quello adatto può essere persino dannoso perché può creare resistenza batterica cioè rafforzare i batteri e può addirittura indebolire l’organismo. Pare che circa il 12c% della popolazione europea faccia lo sbaglio di prendere subito un antibiotico per combattere l’influenza. Non facciamolo anche noi.

Alimenti che aiutano a combattere i mali di stagione: frutta, verdura e ortaggi di stagione. La natura provvede a fornirci anche un’alimentazione adatta in ogni stagione. Crediamole!

DIETA DUKAN, la dieta di Kate Middleton che spopola

Pierre Dukan

Questo signore in foto, con sguardo angelico, sorridente e invitante si chiama Pierre Dukan è un medico (ora ex medico radiato dall’ordine) francese di origine algerina, 71 anni e zero scrupoli. L’apparenza inganna è proprio il caso di dire. Ha approfittato di un momento di gloria regalatogli dal matrimonio reale inglese quando girò la voce che la futura principessa Kate Middleton nel prepararsi al matrimonio aveva seguito la sua dieta personalizzata ovviamente con successo. Si parla di una voce, gossip ovviamente mai confermata dall’interessata e quindi da prendere con le pinze. Prima di allora nessuno la conosceva. Voci informate assicurano che si tratta soltanto di una manovra di marketing ben programmata e bene organizzata. Di sicuro da allora tutti sanno di che dieta si tratta, chi è Pierre Dukan e tutti o quasi tutti sanno anche che Pierre Dukan è stato radiato dall’Ordine dei Medici, che la sua dieta fa male, nutrizionisti e dietologi hanno spiegato in tutte le lingue e in tutti i modi possibili che è una dieta inutile e pure pericolosa ma non si capisce come mai il suo sito on line non conosce crisi. Anzi ogni giorno è meglio strutturato, le dukaniane aumentano e gli affari non sono mai andati così bene. Addirittura ha creato una sua linea di prodotti alimentari pseudo dietetici che costano non poco sul sito e che addirittura sono stati inseriti nella Grande Distribuzione. Roba da pazzi. Ne è nato un libro vendutissimo, tutte le riviste ne parlano malissimo ma Pierre Dukan imperterrito continua per la sua strada e continua purtroppo ad aumentare le sue entrate in termini di soldoni.

Vediamo di che si tratta. In pratica è semplicemente una dieta iperproteica, del tipo che ti fa dimagrire e poi riprendere peso in breve tempo lasciando però un sacco di guai perché troppo squilibrata. Medici dietologi e nutrizionisti sono tutti daccordo sui guai di questa dieta. Vediamone alcuni.

– Troppe proteine e troppo sale sovraccaricano i reni,

– troppo calcio aumentano i rischi di calcoli  e riducono la sintesi di vitamina D con conseguente aumentato rischio di osteoporosi,

– apporto di fibre alimentari troppo ridotto e quindi aumentano i problemi intestinali (rischio di blocco intestinale),

– ridotto apporto di zuccheri porta calo di energie e problemi gravi all’umore.

La cosa più grave è che il Sig. Pierre Dukan consiglia la sua dieta anche in gravidanza e trovo che sia davvero inaccettabile! Future mamme attente, NON SEGUITE la dieta Dukan, andate da un dietologo sano di mente e che stia attento alla vostra salute e non al proprio portafoglio.

Vediamo un accenno alla dieta che si svolge in quattro fasi, attacco, crociera e consolidamento.

Attacco: si mangiano per circa 10 giorni solo proteine di carne, di pesce, latticini e uova.  Niente frutta. Il colesterolo ovviamente alle stelle e carenza di vitamine che ovviamente vanno compensate esclusivamente con gli integratori che il sig. Dukan vende sul suo sito.

Crociera: solite proteine con inserimento di verdurfe. Qui cominciano a mancare le fibre che ovviamente il sig. Dukan vende come integratori sul suo sito. Questa fase va seguita una settimana per ogni chilo da dimagrire quindi se sei in forte sovrappeso, i danni aumentano e il sig. Dukan diventa più ricco perché ti venderà più integratori.

Consolidamento: fase da seguire per circa una settimana ogni chilo perso. E se non resisti, cosa molto probabile, devi ricominciare tutto dall’inizio. E il portafoglio del Sig. Dukan diventa sempre più gonfio.

Stabilizzazione: fra le tante regole è che un giorno a settimana deve rimanere proteico ed è finalizzata a fare diventare questa dieta routine, ciò significa anche regolare utilizzo dei prodotti, integratori, dolciumi e quant’altro di marca ovviamente ed esclusivamente Dukan. Lo scopo è quindi fidelizzare il poveraccio che si è fidato di questo personaggio.

Una quantità smisurata di soldi spesi per acquistare i suoi prodotti (crusche speciali (si fa per dire) e bacche, improbabili linfe di betulla, dolci, burro fuso, aromi vari dolci e salati), i suoi integratori, il coaching (l’istruttore online) circa 150 euro e i suoi libri con ricettari strampalati. Insomma tutto per arricchire questo ex medico che fu felicissimo di venire radiato perché in questo modo ha superato il problema dei limiti deontologici e ormai è così libero di vendere e scrivere ciò che gli pare.

Conclusione: non fate la dieta Dukan!

 

 

 

Lifting naturale, placenta di pecora, lumache e veleno di vipera contro le rughe

Glamoxy Snake Serum

 

Antirughe novità? Eccolo, si chiama Glamoxy Snake Serum, amato e strausato dalle dive del momento come Demi Moore, Penelope Cruz e Angelina Joli e arriva direttamente dall’Inghilterra.

Frutto della ricerca Rodial, marchio di cosmetica di lusso, principio attivo il veleno della vipera con effetto lifting perché immobilizza i tratti del viso.

La Rodial è un’azienda che studia ed elabora cosmetica di lusso naturale, nata e creata dalla greca Maria Hatzistefanis, ogni due mesi elabora una novità, compete con colossi come Lancome ed Estée Lauder, uscendone vincente. viene venduta in pochi selezionati punti vendita in Inghilterra (es. Harrod’s), sul sito web ufficiale RODIAL e il nuovo Glamoxy Snake Serum viene venduto a £ 127 che sono circa 150 euro. Visto il successo è nata anche una maschera e una penna che va applicata direttamente sulla ruga.

Placenta di pecora invece è Actistem, invenzione di un medico italiano, Roberto Viel, ovviamente residente in Inghilterra che cura e dedica enormi finanziamenti alla ricerca, e che lavora presso London Centre for Aesthetic Surgery in Harley Street. Il trattamento va fatto pero’ in un Centro Estetico, dopo il trattamento non ci si deve lavare per 12 ore, dopo 3 giorni si vedono i primi risultati e l’effetto durerà per circa 5 mesi. In questo caso principi attivi derivati dalle cellule staminali, l’ultima novità nel campo estetico e soprattutto medico.

Bava di lumaca invece per problemi della pelle come rughe, acne, smagliature, cicatrici. Novità Elicina (di origine cilena), in erboristeria o farmacia. Se non riesci a trovarla è acquistabile su ELICINA.

.advertisement