Crea sito

COSA FARAI DA GRANDE? Orientati nell’Università con Editest

by willyna on gennaio 8th, 2014

filed under CORSI, FAMIGLIA, ISTRUZIONE - SCIENZE, SITI WEB INTERESSANTI, UTILITA', UTILITA'

UNIVERSITA

Come orientarsi nel lungo viaggio che aspetta i nostri ragazzi o noi stessi all’Università, come decidere cosa farai da grande, cosa vorresti diventare! Adesso puoi già cominciare a conoscere meglio te stesso, le tue attitudini o i tuoi sogni. Se ancora non hai fatto una scelta, sei indeciso fra più strade, se  vuoi essere informato sulle opportunità che il mercato del lavoro offre o sulla offerta formativa scegli di farti aiutare da Editest che ha creato una community dedicata proprio a questo.  Test della personalità, test attitudinali, simulazioni collettive e molti altri strumenti! Più di 170.000 ragazzi lo hanno già fatto con soddisfazione. Prova anche tu!

Emporio Sociale Modenese, nasce il primo supermercato solidale

by willyna on aprile 15th, 2013

filed under FAMIGLIA, LAVORO, UTILITA'

emporio-sociale-modena_er

PORTOBELLO

EMPORIO SOCIALE MODENESE

 

Tempi duri per tutti, ogni giorno migliaia di posti di lavoro perduti, famiglie stremate, i dati sulla povertà sono spaventosi. Una nuova fascia di povertà è già diventata realtà. Il ceto medio è ormai scomparso, la Caritas non riesce più a fare fronte al quotidiano aumento di persone e famiglie intere che si presentano per un aiuto alimentare. Molti per vergogna si lasciano morire di fame e chi con grande forza di volontà riesce a superare la vergogna si presenta giornalmente nei vari centri di aiuto. Diciamolo apertamente chi di voi si sentirebbe a proprio agio o sereno presentandosi alla Parrocchia o alla Caritas per chiedere uno yoghurt, un piatto di pasta, latte o biscotti per i propri figli. Si fa perché si deve ma sarebbe decisamente più dignitoso poterlo evitare.

Le soluzioni cominciano ad apparire. Portobello è una iniziativa volta ad evitare la richiesta di carità che può risultare piuttosto umiliante favorendo una sorta di baratto.  Il proprio tempo a disposizione per lavoro di volontariato in cambio della spesa. Pagamento non più in soldi ma in lavoro. Non a caso tale iniziativa viene chiamata “Emporio sociale“. La città pilota di tale iniziativa è Modena.

Vediamo come funziona!

E’ come un supermercato, si fa la spesa ma non si paga con euro bensì con punti. I punti vengono caricati su una tessera la cui emissione e/o rinnovo viene curata e seguita dai Servizi Sociali del Comune di Modena che si incaricheranno anche di ricaricarla mensilmente. La valutazione viene fatta in base all’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). La tessera è a tempo determinato per valutare di volta in volta le condizioni economiche della famiglia. Se le condizioni negative permangono la tessera può essere rinnovata.

Le persone che beneficiano di tale tessera punti per fare la spesa verranno coinvolte in lavori di volontariato. Quindi non parliamo più di carità ma si tratta di una sorta di lavoro retribuito con i beni invece che in denaro.

Portobello può esistere grazie alle Associazioni di volontariato ma soprattutto grazie alle donazioni private.

Chi può usufruire di tale tessera punti? I lavoratori in cassa integrazione o in mobilità, disoccupati per cessata attività dell’Azienda, lavoratori autonomi con una riduzione degli introiti di almeno un 30%, iscritti al Centro per l’Impiego dopo il 1 Gennaio 2011, famiglie con persone con handicap certificati o pensionati.

Vuoi avere ulteriori informazioni? Visita il sito ufficiale Portobello, Emporio Sociale Modenese.

Rimango nella speranza che tale progetto presto possa crescere e diffondersi in tutta Italia da nord a sud.

Arriva la Cabina Telefonica Pubblica Intelligente

by willyna on gennaio 14th, 2013

filed under ECOLOGIA, FAMIGLIA, TELEFONIA, UTILITA'

CABINE

 

 

La prima cabina telefonica pubblica risale al febbraio 1952, a Milano in piazza San Babila. Vedi la foto storica di Telecom e confrontala con la odierna e futuristica cabina telefonica intelligente di oggi a Torino in foto sotto!

cabinaintelligente

 

 

Dal vecchio gettone telefonico siamo passati ai mille metodi per pagare, dal disco da girare siamo arrivati alla multimedialità! Impatto estetico elegante per le nuove generazioni, troppo futuristiche per le vecchie generazioni di cui io faccio parte ma ci abitueremo come sempre. La nuova cabina telefonica è diventata hi-tech, non solo multimediale ma anche ecosostenibile con un pannello fotovoltaico che ne garantisce il fabbisogno energetico, centralina per verificare costantemente l’inquinamento atmosferico, video sorveglianza collegata con la polizia  e centralina per la ricarica di scooter elettrici e biciclette elettriche. Schermo touch screen abbastanza intuitivo per notizie utili come turismo, servizi pubblici, internet e wi-fi.

Ancora un prototipo lo è stato per tutto il 2012. A partire dal 2013 si spera che il progetto sia confermato e allargato a tutto il territorio seppur in tempi lunghi. A Torino è stata installata di fronte all’Università.

Era iniziata la rimozione di tutte le vecchie cabine, per fortuna interrotta e ancora è possibile trovare qualche telefono pubblico di vecchia generazione. Non è facile ma sul sito dedicato di Telecom puoi ancora trovarne. Per sapere dove si trovano nella tua città e vicino al tuo quartiere vai su TELEFONO PUBBLICO e scegli la funzione “Trova Telefono” e avrai il dettaglio della posizione e anche delle funzioni disponibili. Dallo stesso sito puoi accedere anche alle tariffe.

In attesa delle nuove cabine intelligenti in tutta Italia vedi dettagli e notizie su Telecom