NEONISI nuovo portale per le aste online

Be Sociable, Share!

da Neonisi blog
Neonisi: i suoi primi 30 giorni
16 Jul 09

NEONISI : VIDEO NOTIZIA IN HOME PAGE SU YOUREPORTER

14 Giugno 2009, ore 9:30, Neonisi.com va ufficialmente online. Dopo meno di mezz’ora iniziava il corso Internet Challenge, dove, alle oltre 120 persone presenti, venivano insegnate le tecniche di base per fare business online ed alle quali, per prime verrà presentato il sito nella sua versione beta, insieme alle varie funzioni ed opportunità.

Da allora non è più stata fatta nessuna operazione di marketing o di comunicazione per pubblicizzare il sito, da una parte perchè è ancora in fase di test, dall’altra per permettere agli sviluppatori di implementare con i giusti tempi le varie migliorie.

Oggi, a distanza di soli 30 giorni dalla sua accensione, diamo uno sguardo alle statistiche per tirare le somme del primo mese di test, e… ne restiamo sbalorditi!

In questi primi giorni, intanto, i vari partecipanti ad Internet Challenge hanno iniziato a prendere confidenza con la piattaforma, a listare oggetti ed, alcuni di loro, ad utilizzare il potente sistema di “Company Partership” che remunera, in modo vitalizio, sulla promozione del sito stesso; questa prima piccola forma di promozione, generata da una decina di utenti, ha avviato un primo “tam tam” mediatico che, in alcuni casi, è arrivato fino a siti come eBay, dove ha raccolto, oltre che nuovi venditori e compratori, anche alcune critiche, mosse dall’ignorare il fatto che Neonisi fosse appena nata.

“Il sito non è indicizzato su google!”, “Ci sono pochi oggetti listati”, “Ci sono poche visite sul sito”, “Un altro sito come tanti altri che vuole fare aste online e che morirà tra qualche giorno” sono state alcune delle frasi più gettonate. Frasi del tutto normali e giustificate considerando che , chi parlava di Neonisi, dimenticava di dire anche la sua data di nascita, che in genere era 5-10 giorni prima l’inizio di quelle discussioni.

A quelle osservazioni si potrebbe rispondere con alcune domande tipo: “Appena ognuno di noi è nato già sapeva camminare? Sin dal nostro primo respiro, già avevamo padronanza della parola? Con ancora il cordone ombellicale penzolante già avevamo milioni di persone che ci conoscevano e non vedevano l’ora di venirci a trovare?” E’ strano però come, per quanto ognuno di noi abbia necessitato di anni per raggiungere questi risultati, si possa pretendere da un sito nato 5 giorni prima che sia visitatissimo, indicizzato e con milioni di utenti che lo usino per comprare e vendere!

Google ha iniziato ad accorgersi dell’esistenza del sito dopo un paio di settimane ed oggi sta indicizzando alcune centinaia di pagine al giorno. Per il resto, oltre a qualche invito e promozione fatta da un piccolo manipolo di Neo-Venditori, nient’altro è stato mosso per diffondere Neonisi… eppure, quando abbiamo aperto le statistiche stentavamo a credere a ciò che si presentava davanti ai nostri occhi.

Prima di lanciare ogni nuova azienda è opportuno creare un Business Plan quanto più veritiero possibile, specialmente in questo caso dove si apre la possibilità a privati di investire e diventare soci di capitali nella società (se interessati si può seguire la presentazione qui) e, nelle nostre previsioni, Neonisi avrebbe dovuto avere un periodo di gestazione per la stabilizzazione del sistema, di 3-4 mesi per poi iniziare a realizzare le prime vendite e quindi i primi movimenti di cassa… ed anche qui un’altra grande sorpresa!

Insomma sembra che questo nuovo “pargolo” dell’internet italiano abbia le carte in regole per fare i numeri che nessun altro, che abbia tentato di mettersi nel settore in cui eBay ha il monopolio, è riuscito a fare fino ad ora.

Ecco cosa ci è apparso davanti agli occhi dopo solo 30 giorni di accensione del sito-test e senza nessun tipo di promozione fatta!

Quasi 44.000 utenti per oltre 363.000 pagine viste!! Se consideriamo che Google non sapeva ancora che esistevamo, questo ci fa capire cosa si è generato dal semplice passaparola di alcune delle 120 persone che erano presenti al giorno della presentazione!

Ma questo è solo l’inizio, se consideriamo che si stimano in Italia oltre 18 milioni di siti e che diventa sempre più difficile poter scalare la classifica dei siti più visti. Alexa.com è il più autorevole sito di statistiche mondiale, che permette sia di vedere la posizione di un sito rispetto alla totalità di quelli presenti nella propria nazione e nell’intero web, sia la posizione rispetto ad altri siti.

Ebbene, come si può vedere dall’immagine qui sotto, Neonisi, in meno di un mese, è entrato nei primi 1000 siti italiani! Risultato che difficilmente altri siti riescono ad ottenere in anni di presenza online!

Ma, a questo punto, ci siamo chiesti a che punto fossimo rispetto agli altri 3 siti che amano definirsi le “alternative ad eBay” e che di media esistono da 2-3 anni ognuno, ed il risultato ci ha letteralmente lasciato a bocca aperta!

Neonisi.com, nato da meno di 30 giorni, è indicato dalla linea blu nelle immagini seguenti, mentre le linee gialla, verde e rossa sono gli altri 3 siti più popolari, dopo eBay, di vendite online all’asta.

Le successive due immagini che rappresentano il numero di pagine viste per ogni utente e la percentuale di utenti raggiungi mediamente ogni giorno, non hanno bisogno di altri commenti!

E infine, si parlava prima di previsioni in cui ci attendavamo le prime vendite dopo 3-4 mesi di attività. Ebbene la prima vendita c’è stata dopo solo 15 ore di accensione del sito ed in 30 giorni ne sono state fatte oltre 130. Certo nulla in confronto ad eBay, ma il confronto sarebbe da fare quando anche noi saremo sul web da 10 anni come loro!

Che dire di più. In soli 30 giorni, senza marketing, senza l’indicizzazione di Google e con pochissime persone che lo conoscevano, NEONISI ha raggiunto questi risultati… che cosa potrà accadere quando si inizierà a fare seriamente!

Create your own banner at mybannermaker.com!

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata il 29 settembre 2009, in VARIE. Aggiungi il permalink ai segnalibri.