Archivio tag | internet

Arriva la Cabina Telefonica Pubblica Intelligente

CABINE

 

 

La prima cabina telefonica pubblica risale al febbraio 1952, a Milano in piazza San Babila. Vedi la foto storica di Telecom e confrontala con la odierna e futuristica cabina telefonica intelligente di oggi a Torino in foto sotto!

cabinaintelligente

 

 

Dal vecchio gettone telefonico siamo passati ai mille metodi per pagare, dal disco da girare siamo arrivati alla multimedialità! Impatto estetico elegante per le nuove generazioni, troppo futuristiche per le vecchie generazioni di cui io faccio parte ma ci abitueremo come sempre. La nuova cabina telefonica è diventata hi-tech, non solo multimediale ma anche ecosostenibile con un pannello fotovoltaico che ne garantisce il fabbisogno energetico, centralina per verificare costantemente l’inquinamento atmosferico, video sorveglianza collegata con la polizia  e centralina per la ricarica di scooter elettrici e biciclette elettriche. Schermo touch screen abbastanza intuitivo per notizie utili come turismo, servizi pubblici, internet e wi-fi.

Ancora un prototipo lo è stato per tutto il 2012. A partire dal 2013 si spera che il progetto sia confermato e allargato a tutto il territorio seppur in tempi lunghi. A Torino è stata installata di fronte all’Università.

Era iniziata la rimozione di tutte le vecchie cabine, per fortuna interrotta e ancora è possibile trovare qualche telefono pubblico di vecchia generazione. Non è facile ma sul sito dedicato di Telecom puoi ancora trovarne. Per sapere dove si trovano nella tua città e vicino al tuo quartiere vai su TELEFONO PUBBLICO e scegli la funzione “Trova Telefono” e avrai il dettaglio della posizione e anche delle funzioni disponibili. Dallo stesso sito puoi accedere anche alle tariffe.

In attesa delle nuove cabine intelligenti in tutta Italia vedi dettagli e notizie su Telecom

Safer Internet Day, bambini e adolescenti, capire per proteggerli o controllarli

I pericoli della Rete vengono spesso sottovalutati o quanto meno considerati problema poco urgente. Niente di più sbagliato. I pericoli sono talmente evidenti e purtroppo talmente gravi da spingere a dedicare una giornata mondiale, il Safer Internet Day che quest’anno è avvenuto nei primi giorni di febbraio, ed è stato creato un portale dedicato con sezioni dedicate ai bambini, ai ragazzi, ai genitori e persino agli insegnanti. Comincia a farti una idea visitando il portale SAFER INTERNET ITALIA  e comincia a frequentarlo assiduamente, lo troverai utile e interessante, ti servirà a dare il giusto peso al fenomeno e ti aiuterà a proteggere i tuoi figli. Partendo dal portale troverai link utili fra cui segnalo www.sicuriinrete.it, curato dal Centro Italiano per la Sicurezza in Rete suddiviso in sezioni dedicate ad adulti e ragazzi, consigli pratici per i ragazzi soprattutto adolescenti con chiari riferimenti al cosa può accadere anche postando una semplice foto, le insidie che si nascondono dietro uno schermo, le false identità che si possono incontrare e il pericolo più grande cioè quello della “Rete è per sempre”, tutto ciò che viene pubblicato non sparirà più, impossibile pentirsi e tornare indietro. Spiega il perché, la ricerca non cancella, qualcuno potrebbe avere già scaricato foto o video anche se pubblicati per un solo istante etc.

La sezione dedicata ai genitori aiuta a conoscere meglio i rischi che i figli potrebbero correre e forse li aiuta a conoscerli meglio. Controllare un adolescente non è certo facile come per bimbi più piccoli e capire o immaginare cosa stiano facendo online o cosa in genere fanno è sicuramente utile e necessario. Conosciamo i nostri figli? Certo, è la risposta più comune, ma è davvero così? Quando eri adolescente raccontavi davvero tutto ai tuoi genitori? Non credo.

Per i bimbi è forse più semplice, impostare i filtri (per windows Xp, Vista e Windows 7  si chiama Live Family Safety o Controllo Genitori) impostandolo su “rigido” ma tenendo anche conto che è facilmente aggirabile inserendo nella ricerca parole simili e che i vari siti porno o pedofili si sono aggiornati e sono diventati più furbi. Ecco l’indirizzo di un sito con ottimi suggerimenti e in particolare consiglia dei siti adatti per fascia di età (dai 6 agli 11 anni, dai 12 ai 17 e per la famiglia), IL FILTRO.IT. Tenendo conto che a 12 anni sono già dei “volponi” e spesso conoscono meglio di noi come aggirare gli ostacoli e infrangere le regole, il sapore del proibito ha sempre affascianato tutti. Quindi vigilare, controllare, parlare, conversare, farli aprire, chiedere chiarimenti è vitale per la loro sicurezza e per la nostra tranquillità e serenità. Ovviamente l’esempio è basilare ma pèurtroppo spesso non basta.

INSERIRE EMOTICON SU FACEBOOK: ecco come fare!

Se anche tu non sai come inserire le emoticon su Facebook, sia nei messaggi che in chat , troverai utile questo piccolo elenco delle più comuni. Spero di essere stata utile, io già da tempo utilizzo il cuoricino che batte, lo trovo davvero carino. Se puoi aiutarmi ad allungare la lista e conosci altre emoticon per facebook contribuisci con un commento. Grazie

  🙂 🙂

 🙁 🙁

 😛 😛

 😀 😀

 :-O :O 😮 😮

 😉 😉

 😎 8) B-) B)

 8-| 8| B-| B|

 >:( >:-(

 :/ :-/ :\ :-\

 :’(

 3:) 3:-)

 O:) O:-)

 :-* :*

 <3

 ^_^

 -_-

 o.O O.o

 >:O >:-O >:o >:-o

 :v

 :3